martedì 18 giugno 2019

Cosa impariamo durante le lezioni - puntata 4 !


Accompagnamento Ostinato
Abbiamo giocato durante tutto il trimestre, cantando a piu' voci, usando qualche cellula ritmica o piccoli gruppetti di note, ripetuti da una parte della classe, mentre l'altra parte cantava la canzone o la filastrocca. Questo tipo di accompagnameno si chiama "ostinato" e non a caso, in quanto l'effetto che si ottiene è un po' ossessivo. Si ottiene ribattendo sempre la stessa nota, oppure ripetendo una brevissima sequenza di note attinenti alla tonalità della canzone o una cellula ritmica. In particolare, nella maggior parte dei casi, abbiamo utilizzato la nota fondamentale, ossia quella che dà il nome alla tonalità della canzone, oppure la dominante, quella 5 gradini sopra.
Gli accompagnamenti ostinati melodici, sono il modo piu’ semplice per creare una Armonia cantando a piu’ voci in casa. Provate! 



Audiation
Molti di voi, quando in certe canzoni abbiamo improvvisamente tappato la bocca, sostituendo il canto con il silenzio, hanno proseguito nel canto.
E' del tutto normale, visto che l'abbiamo fatto "a sorpresa".
La funzione di questo stimolo è di incentivare il processo di "audiation", ossia la capacità di pensare una melodia e/o un ritmo quando il suono non è fisicamente presente nell'ambiente. 
Lo sviluppo della Audiation e' uno dei capisaldi del nostro metodo di Crescendo che trae spunto dal metodo di Edwin Gordon.
In pratica, stiamo stimolando lo sviluppo del pensiero e dell'intelligenza musicale.
Ovviamente, il trucco funziona solo finché i bimbi non si aspettano la pausa perche’ “costringe” il cervello a mantenere alta l’attenzione e quindi vivo il pensiero musicale.
Potete provare ad applicare lo stesso meccanismo ad altre musiche o filastrocche che usate abitualmente coi vostri figli, per osservarne la reazione e valutare qualitativamente i loro progressi nel pensiero musicale. L’importante e’ ricordarsi l’ Effetto Sorpresa!



Uso della palla (e dei foulards o delle bande elastiche) come strumento ritmico
Anche se i bambini percepiscono la palla come gioco (dal momento che non hanno mai avuto modo di usarla diversamente) noi la utilizziamo come attrezzo ritmico , e con essa cerchiamo di catalizzare la loro attenzione sui nostri movimenti ritmici durante la canzone. Con la palla in mano i nostri movimenti sono decisamente piu’ efficaci e i bimbi vivono un’esperienza ritmica amplificata